Menu
Ispirazione

Una Pasqua e tre diversi modi di viverla con i più piccoli

Pochi giorni ci separano dalla Pasqua che si appresta ad essere ben diversa da come la avevamo immaginata. Niente viaggi e grandi pranzi, ma a questo abbiamo ormai fatto l’abitudine.

Se c’è però una cosa che abbiamo imparato a coltivare, oltre la pazienza, è la creatività.
Pronta a trasformare la casa?

La semplicità di un picnic

La Pasqua è sinonimo di primavera. E la primavera ha a che fare con il colore dei fiori e l’erba fresca sotto i piedi, il profumo dell’aria tiepida e il primo sole sulla pelle, con grandi corse e sonore risate.
E rinunciare a tutto questo sarebbe un vero peccato.

Chi vive in campagna o ha un giardino parte di certo avvantaggiato, ma terrazze, balconi e spazi interni non sono da meno. Abbandona ogni tipo di formalità e porta la primavera dento casa con un picnic.

Sposta i mobili e disponi tappeti e coperte, usa tavolini e vassoi come piani di appoggio. Raccogli tutti i cuscini che trovi in giro per casa e trasforma le lenzuola in tende per ripararsi dalla pioggia che potrebbe arrivare.
Riempi la stanza con una miriade di vasetti pieni di fiori di campo ed erbe aromatiche.
Prepara dei cibi semplici, apri le finestre, indossa degli abiti leggeri e dimentica le scarpe

Prova a trasformare i limiti nella possibilità di godere delle piccole cose.

La bellezza di un sorbetto

Subito dopo la parola primavera, la Pasqua fa venire in mente i colori pastello. Delicati e luminosi, sono in grado di portare allegria in ogni luogo. Soprattutto quando appaiono negli armadi o dietro il divano in una sfrenata caccia alle uova. Nascondine in giro per casa quante più possibile. E poi aggiungine ancora un paio.

Puoi scegliere di ricreare un’atmosfera elegante o informale. In cucina, in salotto o in terrazza. La location in questo progetto è meno importante. Ciò che più conta sono i colori. Scegli una tela bianca e riempila di tutte le sfumature che riesci ad immaginare. Mixa colori, oggetti e stili. Conigli, pulcini, uova decorate e dolcetti di ogni genere.

L’allegria di una Pasqua pop

Lo stile pop e la Pasqua hanno in comune…solo una P!
Non sembra un gran punto di partenza, ma può trasformarsi in una bellissima sfida. L’unica regola da rispettare è divertirsi. 
Sono ammessi tutti i colori, purché intensi e brillanti. Ed ogni tipo di oggetto: candele, soldatini, vasi, animali, case, libri, auto, viaggi, fogli di giornale (per fortuna ci viene in soccorso Tiziano!).

Il risultato è un’esplosione. Di fantasia e di libertà, che di regole da rispettare ne abbiamo già troppe.

Ti auguro una buona Pasqua!

Azzurra

No Comments

    Leave a Reply