Menu
Ispirazione

L’estate sta finendo…

L’estate sta finendo e un anno se ne va, sto diventando grande anche se non mi va.

Cantavano i Righeira sulle note di una melodia divenuta ormai improbabile.

Sono lontani gli anni ottanta, ma la sensazione di malinconia che accompagna l’ultima settimana di agosto rimane sempre la stessa. Anche per me, che non trovo nell’estate la mia stagione preferita.

Manca poco all’inizio della scuola (forse, quest’anno non si può mai dire) e non c’è niente di meglio per salutare la fine delle vacanze, di una festa a tema mare.

L’occasione è un compleanno, nove anni. Una festa semplice, riservata alle amiche del cuore.
La richiesta mi arriva da una voce dolce ma risoluta, che non ammette repliche.
Ed è chiara: una festa che abbia come tema il mare, ma senza mare, cioè senza blu e senza sirene. E che sia elegante ed anche un po’ vintage.


Dopo un istante di perplessità ecco che arrivano immagini e ricordi dell’infanzia. Di interi mesi trascorsi al mare, privilegio di chi è cresciuto su un’isola.

E allora non c’è dubbio alcuno: protagoniste saranno le righe. Sdraio, ombrelloni e cabine, da sempre l’estate ne fa sfoggio in ogni dove.

E il corallo. Presente ma invisibile ai più, si mostra solo a chi ha il desiderio e il coraggio di immergersi e scoprirlo. Elegante, delicato, fragile. È l’elemento giusto.

Per la scelta dei colori non ho dubbi. Niente blu, categorico.
La palette è chiara, delicata. Il bianco e un rosa le cui sfumature ricordano il salmone, ma non troppo.

Un semplice aperitivo e una cena consumata in terrazza, al tramonto, tra candele accese.
Il menu prevede fish and chips, consumato su piatti bianchi di porcellana che subito rendono tutto magico ed elegante.
Immancabile il sorbetto al limone.

Risate e chiacchiere riempiono la stanza durante la visione di un film, tutte insieme tra il divano e il tappeto.
E in un attimo arriva il momento della torta.

Sulla tavola non ci sono caramelle, sembra non siano adatte ad una simile occasione.
Meglio i confetti, li preferisco. Per me va bene.

In un angolo delle piccole scatole.
Il contenuto non può essere svelato.
È un segreto ed ha a che fare con la magia e la cieca fiducia nell’amicizia che esiste solo tra i bambini.


Un lavoro bellissimo. Una serata bellissima.

Oggi fuori piove. E tanto.
Metto le cuffie e ascolto ancora una volta i Righeira.
L’estate sta finendo, il grigio di oggi non lascia dubbi.

No Comments

    Leave a Reply