Menu
Ispirazione

Il compleanno che vorrei: capitolo uno

È venerdì pomeriggio e dall’altra parte dello schermo appaiono dei capelli biondi e un sorriso dolcissimo, disarmante.
È quello di Melissa, che compirà 7 anni alla fine di ottobre.

Dopo pochi minuti inizia l’intervista e le domande si susseguono senza un ordine preciso, come accade tra amiche. Quando interrompere il filo dei pensieri per seguire le regole sembra assurdo ed impossibile.

Melissa adora guardare il mondo dalla finestra della sua casa. Da lì ha la fortuna di scorgere volpi e cerbiatti. Le giornate grigie la rendono triste e le piace pensare e realizzare i sogni. Tra questi, uno è davvero ambizioso: vorrebbe essere un’imperatrice.

Ama tutti gli animali, a cominciare da Luna, la sua piccola gatta.
Le piacciono i palloncini, tutti colorati, le righe e i pois, senza fare differenze.

Adora cucinare e cantare e possiede uno stampo per dolci a forma di unicorno con il quale prepara bellissime torte. Con glassa e zuccherini.

Ma nessuno è perfetto: le uniche verdure ammesse nella sua dieta sono le carote e, importantissimo, niente cioccolato fondente.

Il colore preferito?
Il rosa. Dal più chiaro al più scuro, anche i fucsia, senza esclusioni.

Il tema della festa?
Unicorni e arcobaleni.

E la location?
Sembra possa andar bene un po’ da tutte le parti, anche sulla luna, ma una volta ha pensato di festeggiare il suo compleanno in un giardino segreto.

La festa perfetta?
È un party che inizia al pomeriggio e continua fino alla sera, con tante candele.
In famiglia e con gli amici, grandi e piccoli, pieno di divertimento e in cui tutti vanno d’accordo.
C’è la musica, allegra, da ballare.
C’è il trucco per il viso e vestiti importanti e coordinati. Il suo? Pieno di fiorellini.
E c’è la canzone “tanti auguri” cantata a gran voce, tutti insieme, il momento preferito.

Una domanda importante, la torta dei sogni?
Tutta rosa, con un arcobaleno e un unicorno di glassa sopra.
Gusto fragola, ma vanno bene anche i lamponi.

Siamo alla fine dell’intervista. Secondo te cosa non può mancare ad una festa?
La felicità.

La risposta all’ultima domanda è un regalo inaspettato. E ha in sé tutta l’energia che serve per mettersi subito al lavoro.

Inizio la ricerca delle immagini per costruire la mood board, il punto di partenza di ogni progetto.

È così che immagino la sua festa, una nuvola di palloncini rosa e tanta dolcezza.
Ovviamente tutta in rosa.

L’unicorno gigante mi fa subito venire un’idea.
È il momento di passare agli elementi grafici.

Semplici ed essenziali, leggeri.
Possono essere combinati tra loro in infinite possibilità, per dar vita a tutto ciò che serve per una festa.

La palette dei colori è composta da tre diverse sfumature di rosa e un grigio, scuro ed elegante, che niente ha a che fare con le giornate uggiose.

Un arcobaleno tutto rosa si fa spazio tra i pois. Anche loro sono rosa: ricordano i palloncini e mettono allegria.

Ed infine c’è lui, immancabile e bellissimo. Un moderno unicorno dagli occhi dolci e la folta chioma che ondeggia scivolando lungo l’arcobaleno.


Grazie Melissa per aver condiviso con me i tuoi desideri.
È stato bello. Una prima volta da non dimenticare.

Per essere la seconda o la terza ci vuole davvero poco, basta leggere qui come fare.

La bellissima foto di melissa è stata scattata da Sara, impossibile non lasciarsi conquistare dal suo stile.

No Comments

    Leave a Reply